.La Sardegna preistorica e nuragica

 

Temi

1) Dal Paleolitico Inferiore (500.000-120.000 a.c. circa) al Mesolitico (10.000-6.000 a.c. circa)

   &...

2) Il Neolitico Antico (inizi del VI- prima metą del V millennio a.C.)

Il Neolitico sardo è suddiviso generalmente in tre fasi: Antico (circa 6000-4000 a.C.), Medio (circa 4000-3500 a.C.), Recente (circa 3500-2700 a.C.), corrispondenti ad altrettante culture ar...

3) Il Neolitico Medio (fine V - prima metą del IV millennio a.C.)

In questa fa...

4) Il Neolitico Recente (fine IV - inizi III millennio a.C.)

...

5) L'Eneolitico (inizi del III-inizi del II millennio a.C.)

L’avvento a livello europeo e mediterraneo di una società maggiormente “gerarchizzata e conflittuale” e di una produzione metallurgica più diffusa, si riflette in Sa...

6) Il Bronzo Antico (2.000-1.600 a.C. circa)

Con il passaggio dall’Età del Rame a quella del Bronzo si assiste ad una modificazione graduale degli stili di vita, che per alcuni aspetti perdurano sostanzialmente immutati. Anche in...

7) Il Bronzo Medio (1.700-1.400 a.C. circa)

...

8) Il Bronzo Recente e Finale (VI-V millennio a.C.)

Nel Bronzo Recente e Finale (1300-900 a.C. circa) si registra un avanzamento in tutto il contesto culturale nuragico, forse anche in seguito ai contatti con la civiltà Micenea (ora nella sua...

9) L'Etą del Ferro (1100-700 a.C. circa)

Nel Bronzo Finale e nella prima Età del Ferro (1100-700 a.C. circa), periodo apogeico della civiltà Nuragica, la produzione metallurgica raggiunge altissimi livelli di specializzazion...